Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 

Gli imprenditori della Val Pusteria in visita a Rubner Haus di Chienes

Con un contributo di oltre il 21 percento sul PIL provinciale, il manifatturiero è il settore economico che in Alto Adige produce il maggior valore aggiunto. Un ruolo primario viene svolto dall’industria, soprattutto nelle zone rurali. Il settore manifatturiero genera occupazione diretta in tutti i 116 comuni dell’Alto Adige. In 20 comuni il settore produttivo dà lavoro a più della metà di tutti gli occupati dipendenti ed in 39 comuni a più del 40 percento. Nella quasi totalità dei comuni altoatesini (108 su 116) è occupato nel settore manifatturiero almeno un lavoratore dipendente su dieci. A Chienes, ad esempio, il settore manifatturiero occupa il 74 percento dei lavoratori dipendenti, a Campo Tures il 62,8 percento ed a Gais il 62,6 percento. Chienes è, pertanto, il comune dove il manifatturiero occupa proporzionalmente il maggior numero di lavoratori dipendenti e Brunico (con 3.152) è quello – subito dopo Bolzano – con il maggior numero in assoluto.

Questi dati hanno impressionato l’ottantina di imprenditori e manager delle aziende associate, ospiti ed autorità del mondo economico e politico, che hanno preso parte alla tradizionale manifestazione autunnale del Comprensorio Val Pusteria di Assoimprenditori Alto Adige presso l’azienda associata Rubner Haus Spa di Chienes. I partecipanti sono rimasti altrettanto colpiti però anche dall’elevato potenziale dell’azienda del Gruppo Rubner che nei cinque campi di attività strategici - industria del legno, strutture in legno, grandi progetti chiavi in mano, case in legno e porte in legno – alla fine del 2013 occupava complessivamente 1.567 collaboratori, di cui 770 in Alto Adige, raggiungendo un fatturato annuo di quasi 364 milioni di euro. Alla manifestazione autunnale del 7 novembre scorso il Presidente del Gruppo, Stefan Rubner, e l’amministratore delegato di Rubner Haus, Werner Volgger, hanno illustrato la loro strategia di mercato e presentato i progetti più attuali dell’azienda, quali ad es. l’esposizione permanente “Prospettive legno” presso la sede a Chienes, in cui si possono toccare con mano le caratteristiche fisiche ed organolettiche del legno; la partecipazione attiva al progetto “RhOME for denCity”, progettato e realizzato da studenti dell’Università Roma Tre, che nel corso dell’estate ha vinto il concorso internazionale Solar Decathlon a Versailles; le varie iniziative nell’ambito dei festeggiamenti per i 50 anni dell’azienda; la realizzazione dei padiglioni espositivi per l’EXPO 2015 di Milano.
 
 
 
 
 
 

 
Torna alla lista
 
 
 
 
 
© 2017 Rubner Haus SpA | Part. IVA 00124010216 | Credits | Cookie | Sitemap Vai a top